INDIRIZZO/ADRESS

CONTATTI/CONTACT

Piazza J. SANNAZARO,71 (MERGELLINA) 
80122 NAPOLI
info@basenapoli.it
 
tel+393394874060
 
tel. 081660028

 

© 2023 by HOME & AWAY

Proudly created with Wix.com

La proprietà raffigurata in foto dove ora si trova il B&B BASE NAPOLI 

era già esistente al momento dell’acquisizione a metà ‘600 da parte della duchessa Isabella Amendola d’Alessandro. Secondo taluni studiosi,tra l’altro, sarebbe esistito anche un “casino” agricolo oltre alla villa padronale.
Non si conoscono particolari sull’origine dell’immobile o sua provenienza proprietaria (si potrebbe anche ipotizzare una trasformazione della villa romana Patulco di Virgilio), seppur è chiara la funzione agricola assolta dalla villa con suo podere coltivato. E’ pure comprensibile che la struttura non doveva essere in buone condizioni, tant’è che il citato G.B.Chiarini così scrisse: “Usciti da questa chiesa (S.Maria a Piedigrotta), e calando per l’uscita che va alla marina, nel principio di Mergellina a destra vedesi un casino nuovamente fabbricato dalla già fu Duchessa di Pescolanciano della casa Mendola, oggi de’ suoi figliuoli della casa Alessandro. Sta questo situato nel principio della salita delle rampe di  S.Antonio, che è lo stesso che dire, la solita al monte di Posilipo.Per questo casino si va al sepolcro del gran Poeta Virgilio Marone.Sta questo situato sopra la bocca della Grotta a sinistra quando s’entra”(G.B.Chiarini,op.cit.,p.618). La villa, ristrutturata anche dai figli di D.Isabella, si distribuiva originariamente su due livelli, con sua corte carrozzabile lastricata in pietra. 
Dall’antico portale, con stemma dei d’Alessandro, si accedeva alla corte (dove ancora esiste l’insegna degli Amendola), da cui dipartiva la scalinata al piano nobile, mentre l’entrata secondaria adiacente era riservata alla servitù, con stalla e vari magazzini. L’immobile, di certo, era isolato e non attaccato ad altri edifici come nell’attuale conformazione urbanistica. Non è confermata, da documentazione d’archivio familiare, l’ipotesi di innalzamento di altri piani sul finire del ‘700 o inizi ‘800. L’attuale assetto strutturale, con i suoi cinque livelli (compreso ammezzato), è conseguente ai lavori eseguiti

.dalle successive proprietà, tra la fine dell’800